Valutazione discussione:
  • 2 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
D-Link powerline DHP-500AV, DHP-P500AV e kit DHP-501AV
#1
D-Link powerline DHP-500AV DHP-P500AV e kit DHP-501AV

[Immagine: DHP500AV.jpg][Immagine: l07760575.jpg]

Utilizzo dei cavi esistenti per la creazione di una rete all'interno della propria casa
Semplicemente inserendo un adattatore PowerLine in una presa di corrente di casa è possibile trasformarla in un punto di connessione alla rete. Grazie a questa funzionalità il kit DHP-501AV è una soluzione ideale per realizzare una rete domestica, in grado di supportare la condivisione di accessi Internet ad alta velocità o la connessione tra due computer, HD media player, console di gioco, dispositivi NAS (network attached storage), high quality video HDTV, Blue-Ray, VoIp o per superare i limiti del wireless. Il prodotto rappresenta una soluzione ideale per la casa o per i piccoli uffici dove i muri in cemento, la presenza di più piani all'interno di edifici articolati o altri impedimenti architettonici possono ostacolare il segnale wireless.

Connessioni convenienti
È possibile collegare all'adattatore PowerLine Ethernet D-Link uno switch o un Access Point (AP) wireless, al fine di connettere diversi dispositivi ubicati negli angoli più remoti della casa. Infine il kit D-Link Powerline AV utilizza una cifratura AES 128 bit, garantendo connessioni sicure e proteggendo i dati da accessi non autorizzati. Il pulsante sull’adattatore consente una semplice configurazione.

Compatibilità
Grazie alla tecnologia Homeplug AV di Atheros, gli adattatori sono compatibili con i dispositivi basati sullo stesso standard Homeplug AV. Non viene invece garantito il funzionamento con dispositivi basati su altri standard, come i prodotti D-Link DHP-303/343.

D-Link Green
Il kit rientra nel programma D-Link Green, che sviluppa soluzioni eco-friendly, senza comprometterne le prestazioni; se la trasmissione o la ricezione dei dati non si verifica per un certo periodo di tempo, l’adattatore passa automaticamente in modalità stand-by (consumo di 1 W) per risparmiare energia. Lo stand by consuma 1 W rendendo l’adattatore uno tra i primi del suo genere a rispettare le normative dell'Unione europea sulla EuP (Energy-using Products), in vigore dal 7 gennaio 2010.

[Immagine: pwl2.jpg]

Caratteristiche prodotto:

- Provides Ethernet to Powerline Connection
- Fast Data Transfer Rate of Up to 500Mbps*
- One 10/100/1000 Gigabit port
- Integrated QOS prioritizes media and data
- Plug & Play, Easy Installation
- Easy to use Management Utility
- Firmware Upgrade Support
- Push Button Security and WPS
- Power Saving mode
- Compatibile con la serie DHP-306AV

Download:

Manuale in inglese: download
Guida rapida: download

Utility di gestione 2.13: download

Firmware DHP-500AV 1.01B01: download <- consigliato
Firmware DHP-500AV 1.02B02: download <- Attenzione: disabilita il power saving (sconsigliato)

Firmware DHP-P500AV (passante) FW 1.02B01: download
Firmware DHP-P500AV (passante) FW 1.03B01: download <- Attenzione: disabilita il power saving (sconsigliato)
Cita messaggio
#2
Configurare in modo manuale la crittografia AES tra le PLC utilizzando i tasti di configurazione sui dispositivi (Pair).

Attivare la crittografia dati tra i due o più plc serve ad evitare che un vicino con analoghi adattatori Atheros riesca a vedere la propria rete, scavalcando le protezioni del contatore.
Dopo aver eventualmente aggiornato il firmware (prima verificare quello che le powerline hanno di fabbrica) collegare i vari pwl ad una stessa ciabatta oppure in due prese diverse della stessa stanza e premere per un secondo il tasto di reset su tutti.
Attendere che tutti i dispositivi completino il processo di reset per circa 60 sec.
A questo punto premere il tasto di configurazione della sicurezza (Pair) di uno solo dei dispositivi per non più di 3 sec. Il LED Power comincerà a lampeggiare generando una password privata casuale che servirà a configurare tutti gli altri.
Attendere ancora 30 sec e premere per non più di 3 sec il tasto di configurazione di sicurezza del secondo adattatore.
Dopo qualche secondo i led Power dei due adattatori si accenderanno fissi, come pure i led Link.
Ora potete collegare uno degli adattatori al router e l'altro al PC.
Il PC va acceso (o la scheda di rete disattivata e riattivata) solo dopo aver acceso e collegato il router alla powerline, tenendo eventuali altre schede wireless dello stesso PC disattivate, altrimenti non utilizzerà quella scheda come gateway principale e non prenderà l'IP di rete dal router.

Avvertenza: valida anche nel caso di costituzione di rete ibrida tra PLC DHP-306AV / P306AV / W306AV e DHP-501AV che sono tra loro compatibili, conviene adottare le seguenti precauzioni:

1) resettare tutti i dispositivi connessi alla rete elettrica, tenendo premuto il tasto di reset delle varie unità 1 sec per quelle non wireless, almeno 15 sec per l'unità wireless DHP-W306AV;

2) attendere un minuto che la procedura di reset venga completata (il tempo più lungo serve soprattutto all'AP per completare l'operazione);

3) disconnettere tutte le unità salvo una di tipo DHP-306AV sulla quale si andrà a configurare la rete protetta mediante la consueta procedura di pressione del tasto di crittografia AES sull'unità stessa. Scegliamo sempre un'unità 306 per la creazione della crittografia di rete, perchè se utilizziamo come "master" una DHP-501AV, nei test effettuati risulta che poi le 306 NON acquisiscono la crittografia dalle 501AV, mentre facendo il contrario il tutto si svolge regolarmente;

4) procedere alla configurazione delle varie unità a coppie lasciando disconnesse tutte le altre e aggiungendo quella da configurare una alla volta (al termine rimuoviamola in modo da averne sempre e solo due in configurazione). Nei test da me condotti è risultato che se altre unità sono connesse alla rete elettrica e sono in uso, la configurazione non va a buon fine, come pure se sono presenti altre unità non coinvolte nella procedura, oppure talune unità sono connesse tramite la porta ethernet attiva ad es al router o ad un pc. In pratica le unità vanno configurate nude e crude così come escono dalla scatola.

5) Nei casi di irraggiungibilità dell'interfaccia web dell'AP W306AV ho riscontrato che è meglio usare l'indirizzo http://dlinkap per chiamarla e non l'ip diretto (che può cambiare). Attenzione che anche il nome dlinkap può essere modificato mediante l'interfaccia web. Dopo un reset dell'unità l'AP torna ai valori di default della rete ethernet su cui opera, quindi occorrerà assegnare al PC un IP fisso 192.168.0.x, oppure 10.0.0.x prima di cercare di raggiungere l'unità mediante la stringa dlinkap. Se c'è già una rete PLC attiva, dopo un reset totale conviene in ogni caso risincronizzare la crittografia della rete PLC mediante la procedura hardware descritta e SOLO DOPO procedere ad accedere all'interfaccia web dell'AP.


Verificare lo stato di standby delle powerline.

Le powerline dispongono della funzione automatica di standby per il risparmio energetico che si attiva quando la scheda di rete del PC collegato sulla porta ethernet si disattiva. Perchè tuttavia tale modalità funzioni occorre che quando il PC è spento la porta ethernet non rimanga sempre attiva in attesa del risveglio da LAN oppure da Wan, rispettivamente wake on lan e wake on wan. Verificare quindi nelle opzioni avanzate del driver della scheda ethernet che la voce che si riferisce al wake on lan sia disabilitata. In tal modo allo spegnimento del PC anche la powerline andrà in standby dopo qualche minuto. La powerline collegata al router andrà anch'essa in standby solo se il router dispone dellafunzionalità di risparmio energetico sulle porte ethernet. In caso contrario rimarrà sempre attiva.

[Immagine: attachment.php?aid=208]
Cita messaggio
#3
Il mio collegato al DIR-655 FW 1.35NA e al Telesystem 7500 HD non è mai andato in risparmio energetico Huh
Cita messaggio
#4
E' normale se il dispositivo collegato alla porta ethernet non va in risparmio energetico: non è la pwl ad andare in standby, ma la porta della periferica e, di conseguenza, la pwl.
Cita messaggio
#5
Vi pare giusto che il QoS di questo apparato non sia personalizzabile dall'utente ma rimanga tarato di fabbrica?
Per me non è giusto.
Ciao.
Cita messaggio
#6
(27-09-2011, 16:34)Over Boost Ha scritto: Vi pare giusto che il QoS di questo apparato non sia personalizzabile dall'utente ma rimanga tarato di fabbrica?
Per me non è giusto.
Ciao.

La scelta progettuale di Atheros non è errata nell'ottica di considerare la rete plc come meramente sostitutiva di una rete cablata in cui la plc fa da ponte tra un pc e un router o un altro pc. In quest'ottica il cavo di per sè non deve essere necessariamente in grado di effettuare politiche qos, ma sarà il router a farlo in completa autonomia. Il tutto per semplificare la vita anche all'utente che potrebbe avere politiche Qos in conflitto tra loro sul router e sulle plc.
Le plc hanno insomma la sola funzione sostitutiva del cavo ethernet e basta.
Cita messaggio
#7
(28-09-2011, 12:05)Dragon@net Ha scritto: Le plc hanno insomma la sola funzione sostitutiva del cavo ethernet e basta.
A quanto afferma D-Link il QoS è in funzione.
Ciao.
Cita messaggio
#8
Meglio così, sempre che non si tratti di semplici affermazioni di marketing ...
Cita messaggio
#9
(28-09-2011, 15:51)Dragon@net Ha scritto: Meglio così
Angry Tongue

Cita messaggio
#10
ho un power line D-LINK con un ingresso ethernet collegato ad un decoder,mi domandavo se era possibile collegare all ingresso ethernet un router visto che necessito di un altro accesso alla rete.
Cita messaggio
#11
Non è molto chiaro quello che intendi, ma sì, a monte della plc puoi installare sia un router che uno switch per moltiplicare le porte a disposizione.
Cita messaggio
#12
Avvertenza: nel caso di costituzione di rete ibrida tra PLC DHP-306AV / P306AV / W306AV e DHP-501AV che sono tra loro compatibili, conviene adottare le seguenti precauzioni:
1) resettare tutti i dispositivi connessi alla rete elettrica, tenendo premuto il tasto di reset delle varie unità 5 sec per quelle non wireless, almeno 15 sec per l'unità wireless DHP-W306AV;
2) attendere un minuto che la procedura di reset venga completata (il tempo più lungo serve soprattutto all'AP per completare l'operazione);
3) disconnettere tutte le unità salvo una di tipo DHP-306AV sulla quale si andrà a configurare la rete protetta mediante la consueta procedura di pressione del tasto di crittografia AES sull'unità stessa. Scegliamo sempre un'unità 306 per la creazione della crittografia di rete, perchè se utilizziamo come "master" una DHP-501AV, nei test da me effettuati risulta che poi le 306 NON acquisiscono la crittografia dalle 501AV, mentre facendo il contrario il tutto si svolge regolarmente;
4) procedere alla configurazione delle varie unità a coppie lasciando disconnesse tutte le altre e aggiungendo quella da configurare una alla volta (al termine rimuoviamola in modo da averne sempre e solo due in configurazione). Nei test da me condotti è risultato che se altre unità sono connesse alla rete elettrica e sono in uso, la configurazione non va a buon fine, come pure se sono presenti altre unità non coinvolte nella procedura, oppure talune unità sono connesse tramite la porta ethernet attiva ad es al router o ad un pc. In pratica le unità vanno configurate nude e crude così come escono dalla scatola.
5) Nei casi di irraggiungibilità dell'interfaccia web dell'AP W306AV ho riscontrato che è meglio usare l'indirizzo http://dlinkap per chiamarla e non l'ip diretto (che può cambiare). Attenzione che anche il nome dlinkap può essere modificato mediante l'interfaccia web. Dopo un reset dell'unità l'AP torna ai valori di default della rete ethernet su cui opera, quindi occorrerà assegnare al PC un IP fisso 192.168.0.x, oppure 10.0.0.x prima di cercare di raggiungere l'unità mediante la stringa dlinkap. Se c'è già una rete PLC attiva, dopo un reset totale conviene in ogni caso risincronizzare la crittografia della rete PLC mediante la procedura hardware descritta e SOLO DOPO procedere ad accedere all'interfaccia web dell'AP.
Cita messaggio
#13
Nuovo firmware
Qui la versione pass through.

D-Link Corporation confidential
DHP P/500AV A1
Firmware Release Note
Firmware: FW 1.02/1.01

Hardware: A1

Problems solved:
None

Enhancements:
1. Update LED behavior

Known Issue:
None

Salutissimi.

EDIT:
ops, manca l'applicazione per aggiornare,boh!
Cita messaggio
#14
L'aggiornamento avviene tramite l'utility.
Cita messaggio
#15
(30-04-2012, 9:01)C@rciofone Ha scritto: L'aggiornamento avviene tramite l'utility.
Non funziona,l'utility richiede due file con estensione diversa.
Ciao.
Cita messaggio
#16
La versione 2.13 della Utility è disponibile sul sito globale di D-Link (http://tsd.dlink.com.tw/).
Per quanto riguarda il firmware, ho provato a scaricare il firmware v1.01 dal suddetto sito internet, ma anche usando la versione 2.13 della utility, non si riesce ad aggiornare il firmware. Proverò stasera con il firmware da voi postato qui sul sito.
Inoltre la suddetta utility di D-Link non visualizza la versione attuale del firmware di ogni dispositivo PWL, mentre nel manuale c'è tanto di foto dell'utility con visualizzato proprio il firmware di ogni apparecchio PWL collegato.
Per quanto riguarda il QOS, è proprio D-Link che non fornisce un'utility per impostare i parametri per questa funzione (la suddetta utility di D-Link non permette di impostare il QOS). Altri prodotti PWL, come ad esempio il Netgear XAV5001, permettono di impostare i parametri del QOS. Proverò stasera con l'utility di Netgear a vedere se si può fare qualcosa....
1 x DNS-325 (NAS) - Fw 1.04b
1 x DCS-942L (IP Cam) - Fw 1.22.2825
1 x DCS-2230 (Full-HD IP Cam) - Fw 1.20.00
1 x DCS-5222L (HD PTZ cam) - Fw 1.11.2825
2 x DHP-501AV (500 mbps Power-Line kit)
1 x DGS-1005D (5-Port Gigabit Switch)
1 x DGS-1008D (8-Port Gigabit Switch)
Cita messaggio
#17
(02-05-2012, 14:52)Joe_Public Ha scritto: La versione 2.13 della Utility è disponibile sul sito globale di D-Link (http://tsd.dlink.com.tw/).
Per quanto riguarda il firmware, ho provato a scaricare il firmware v1.01 dal suddetto sito internet, ma anche usando la versione 2.13 della utility, non si riesce ad aggiornare il firmware. Proverò stasera con il firmware da voi postato qui sul sito.
Per quanto riguarda il QOS, è proprio D-Link che non fornisce un'utility per impostare i parametri per questa funzione (la suddetta utility di D-Link non permette di impostare il QOS).
Veramente io avevo già dato.........................................
Cita messaggio
#18
Veramente ho aggiornato senza problemi ...
Domani ricontrollo i file firmware.
Cita messaggio
#19
(06-05-2012, 22:57)C@rciofone Ha scritto: Veramente ho aggiornato senza problemi ...
Domani ricontrollo i file firmware.

Piu' che altro se confermi il link da cui scaricare il file del firmware, cosi' cerco di capire perche' non riesco ad aggiornare il firmware.
Io confermo che l'utility di Netgear vede i dispositivi di D-Link ma non riesce a cambiare il QOS di ogni dispositivo, purtroppo bisogna comprare i dispositivi di Netgear per avere un minimo di QOS (oppure usare la funzionalita' di bandwidth-management presente su alcuni router per avere lo stesso risultato).
1 x DNS-325 (NAS) - Fw 1.04b
1 x DCS-942L (IP Cam) - Fw 1.22.2825
1 x DCS-2230 (Full-HD IP Cam) - Fw 1.20.00
1 x DCS-5222L (HD PTZ cam) - Fw 1.11.2825
2 x DHP-501AV (500 mbps Power-Line kit)
1 x DGS-1005D (5-Port Gigabit Switch)
1 x DGS-1008D (8-Port Gigabit Switch)
Cita messaggio
#20
(06-05-2012, 22:57)C@rciofone Ha scritto: Veramente ho aggiornato senza problemi ...
Domani ricontrollo i file firmware.
Come hai fatto se l'estensione del file è .BIN e il programma richiede esplicitamente due file, uno con estensione .NVM e l'altro .PIB ? :-)

(07-05-2012, 9:56)Joe_Public Ha scritto: Piu' che altro se confermi il link da cui scaricare il file del firmware, cosi' cerco di capire perche' non riesco ad aggiornare il firmware.
Non siamo qui a pettinare le bambole ;-)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)